Galleria

QUESTA DI ARABELLA E’ LA STORIA VERA

L’animo umano ha mille sfaccettature, è difficile capire dove finisce la normalità e dove invece inizia la follia e quando ti trovi davanti a storie come questa non sai più cosa pensare… cosa fare invece è chiarissimo, salvare un’anima innocente​,​
vittima della follia umana.
Nel lontano 2003, 14 anni fa, due coniugi perdono il loro unico figlio 30enne, cadono in una profonda depressione e questo è più che umano, il loro medico consiglia di prendere un cucciolo che secondo lui doveva servire per ridare a queste persone una nuova ragione di vita, quasi un sostituto del figlio perso….
Purtroppo queste due persone seguono il consiglio del medico e prendono il primo cucciolo che gli capita, in questo caso una cucciola di due mesi, Arabella, ma loro non amano i cani e sono troppo chiusi nel loro dolore per riuscire ad interessarsi al cucciolo che si sa, sporca, corre, morde i mobili, e quindi ben​ ​
presto​ ​
Arabella diventa un peso che non riescono a gestire, non hanno voglia di portarla fuori, di giocare con lei, di accudirla e quindi costruiscono per lei un piccolissimo box di 4 mq sotto una tettoia e la rinchiudono lì dentro e poi siccome abbaia quando vede passare qualcuno, coprono il tutto con dei teloni verdi perché al buio sta più tranquilla….
Arabella dopo qualche mese di abbai e guaiti disperati si rassegna alla sua nuova vita, sempre rinchiusa, al buio, vede la sua padrona solo una volta al giorno per pochi minuti per raccogliere le feci e darle una ciotola di croccantini.
Passa 14 ANNI in queste condizioni finché i vicini si decidono a chiamare le Guardie Zoofile e finalmente Arabella esce dalla sua prigione.
Il finale di questa storia surreale scrivetelo voi.
Renata 335 6282969
sosbau@gmail.com

Annunci

Una risposta a “QUESTA DI ARABELLA E’ LA STORIA VERA

  1. É brutto dirlo ma questa gente di merda non si meritava né un figlio né un cane! I cani non sono oggetti sostitutivi delle carenze affettive degli umani:sono esseri viventi con un’anima senziente,cosciente e pensante. Come tutti gli altri animali. Basta considerarli come cose ad uso e consumo umano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...